Tu sei qui

Incontro con l'autore

Contenuto in: 

 

                     

    Relazione sull’incontro con l’autore

 

    Gli alunni delle classi IA e IB Scuola Secondaria di I grado

    “Padre Rodrigo di Rocco” - Castelliri

 

 

Luca Leone, curatore del libro “La spada longobarda” di Angela Generali, è intervenuto a scuola giovedì 30 maggio per concludere il percorso iniziato con la    lettura del testo di approfondimento.

Abbiamo iniziato a porgli delle domande cui ha risposto in modo complessivo in un secondo momento.

Ci ha spiegato che il romanzo storico è stato volutamente ambientato nel Centro Italia, perché ritenuto il punto più importante per la cultura medioevale.

Dai monasteri si sono diffusi i testi della cultura greca e latina.

Riguardo al periodo scelto, il 1100, la scelta è stata motivata dalla scarsità di eventi in quel periodo storico.

Sono stati scelti i Longobardi poiché non esistevano testi su di loro e sul loro periodo in Italia.

Ci ha svelato la nascita del libro nelle sue fasi.

L’autrice ha impiegato circa 8 mesi nella ricerca delle fonti. Si è recata a Montecassino e ha consultato vari registri parrocchiali dove ha trovato i nomi delle principali famiglie che abitavano la Valle di Comino.

L’inserimento della guerra di Sora è stato fatto attraverso la ricerca delle fonti di archivio: nel 1091 si ebbe uno scontro tra Normanni e Longobardi per la conquista dei territori intorno alla cittadina.  La copertina ne riporta una scena molto avvincente.

La trama è stata ideata subito dopo; è la storia di una famiglia della Valle di Comino che improvvisamente viene sconvolta dall’uccisione del capofamiglia e di uno dei figli.

Il romanzo cerca di chiarire gli indizi e il movente dell’assassinio ma si inserisce nella narrazione una storia d’amore e lo svelamento di una verità a lungo nascosta.

L’ambientazione medioevale è molto riuscita; l’abbazia, la taverna, il mercato, la rocca, le varie fortezze sono luoghi ricorrenti e descritti nel dettaglio.

Gli abbiamo chiesto come si formano le città nel Medioevo e ci ha spiegato la forma concentrica delle mura che servivano come difesa per le abitazioni, protette proprio dalla cerchia di mura.

Ci ha svelato anche l’origine dei cognomi; possono derivare dal luogo di provenienza della famiglia o dal progenitore.

L’ultima informazione che ci ha dato ha riguardato la pubblicazione del libro che segue la revisione e le operazioni pubblicitarie nelle librerie e nelle scuole per far conoscere il testo.

Soddisfatti delle conoscenze acquisite, ci siamo augurati di rivederci a settembre per nuove attività inerenti alla lettura e alla scrittura creativa. Ci ha anche assegnato un compito per le vacanze: inventare un romanzo storico ambientato nel nostro paese nel Medioevo. Ringraziamo le docenti di Lettere e il Dirigente scolastico per averci dato anche quest’anno la possibilità di approfondire il testo letto in modo così puntuale.

 

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.43 del 24/02/2016 agg.07/04/2016