Tu sei qui

Dirigente Scolastico e componenti lo staff di direzione

Anno scolastico 2016 - 2017
Nominativo Incarico
Anna ZEPPIERI

Dirigente Scolastico

Pietro DE CAROLIS

Collaboratore del Dirigente Scolastico

Sabrina DE CIANTIS

Collaboratore del Dirigente Scolastico

Funzioni principali del Dirigente Scolastico (L. 107/2015):

Il dirigente scolastico, nel rispetto delle competenze degli organi collegiali, fermi restando i livelli unitari e nazionali di fruizione del diritto allo studio, garantisce un'efficace ed efficiente gestione delle risorse umane, finanziarie, tecnologiche e materiali, nonché gli elementi  comuni del sistema scolastico pubblico, assicurandone il buon andamento.

A tale scopo, svolge compiti di direzione, gestione, organizzazione e coordinamento ed è responsabile della gestione delle risorse finanziarie e strumentali e dei risultati del servizio secondo quanto previsto dall'articolo 25 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, nonché della valorizzazione delle risorse umane.

 

Funzioni principali dei Collaboratori del Dir. Scolastico:

  • attività di collaborazione con il Dirigente Scolastico;
  • cooperazione con il dirigente, con gli altri collaboratori di plesso e le funzioni strumentali, per promuovere azioni di scambi informativi ai fini del buon andamento del servizio scolastico.
  • sostituzione del Dirigente Scolastico in caso di assenza o impedimento e durante il periodo delle ferie e delega ad assumere provvedimenti necessari ed urgenti per consentire lo svolgimento dell’attività dell’Istituzione Scolastica.
  • attività di coordinamento dei docenti.
  • coordinamento, verifica e tenuta della documentazione della programmazione didattica dei docenti
  • coordinamento della programmazione e dell’orario di servizio del personale docente.
  • coordinamento attività delle funzioni strumentali – referenti – commissioni varie.
  • coordinamento attività di accoglienza, continuità e raccordo con Enti Locali ed Associazioni
  • delega a presiedere i Consigli di classe in sostituzione del Dirigente Scolastico.
  • collaborazione alla formazione delle classi.
  • collaborazione con il D.S. per la formulazione dell’O.d.G. del Collegio dei Docenti.
  • verbalizzazione sedute del Collegio dei Docenti.
  • collaborazione nella predisposizione delle circolari ed ordini di servizio.
  • partecipazione alle riunioni di coordinamento indette dal Dirigente Scolastico.
  • collaborazione con lo staff dirigenziale alla valutazione di progetti e/o di accordi di rete
  • partecipazione, su delega del Dirigente Scolastico, a riunioni o manifestazioni esterne.
  • collaborazione alla predisposizione del Piano Annuale delle Attività, con particolare attenzione ai vari calendari e al ricevimento pomeridiano dei genitori.
 
Nominativo Incarico
Annarita CERRONE
Indirizzo musicale scuola secondaria I grado
Daniela DI VONA
Didattica infanzia

 

Nominativo Responsabili di plesso
Rosalba ROSSINI Plesso infanzia Borgonuovo
Adele VERDONE Plesso infanzia Capitino
Lorini LUCIETTA Plesso infanzia Capoluogo
Isa PANTANELLA Plesso infanzia Carnello
Mariapia FERRI Plesso infanzia Forli
Raffaella SANTONICO Plesso infanzia Piscicelli-Garibaldi
Mirella IAFRATE Plesso infanzia S. M. Salome
Giovanna PISTILLI Plesso primaria Capoluogo
Lucia TASCIOTTI Plesso primaria Forli
Daniela DEL SIGNORE Plesso primaria Garibaldi
Anna Maria Rosaria RANALDI Plesso primaria Mazzini
Daniela PIZZUTI Plesso primaria Montemontano
Pietro DE CAROLIS Plessi di scuola secondaria di I grado

Funzioni principali dei resp.li di plesso

  • accertamento del rispetto dell’orario di lavoro del personale scolastico;individuazione delle misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione
  • cooperazione con il Dirigente, con i collaboratori del Dirigente, con gli altri collaboratori di plesso e le Funzioni Strumentali, per promuovere azioni di scambi informativi ai fini del buon andamento del servizio scolastico.
  • diffusione di circolari, comunicazioni, informazioni al personale in servizio nel plesso e controlla le eventuali firme di presa visione.
  • provvedimenti di sostituzione temporanea dei colleghi assenti e concessione di permessi brevi e urgenti, eventualmente richiesti dai docenti, sapendo che dovrà accertarsi della loro sostituzione prima di concederli.
  • modifiche e riadattamento temporaneo dell’orario delle lezioni, per fare fronte ad ogni esigenza connessa alle primarie necessità di vigilanza sugli alunni e di erogazione, senza interruzione, del servizio scolastico; in caso di estrema necessità, gli alunni delle classi senza docente devono essere accorpati alle altre classi.
  • cura della gestione dei ritardi da parte degli studenti e relativa comunicazione agli uffici ed ai coordinatori di classe, nonché alla Dirigenza.
  • cura dei permessi di entrata e di uscita degli studenti.
  • disporre che i genitori/familiari degli alunni accedano ai locali scolastici nelle modalità e nei tempi previsti dai regolamenti interni all’Istituto
  • controllo del divieto di fumo.
  • coordinamento e supervisione in materia di tutela dei dati personali sensibili relativamente agli alunni ed ai lavoratori del plesso.
  • partecipazione alle riunioni di coordinamento indette dal Dirigente Scolastico.
  • rapporti con la Dirigenza e la Segreteria (segnalazione immediata di eventuali disfunzioni, di problemi inerenti la sicurezza, di infortuni di alunni e del personale)
  • vigilanza accesso nei locali scolastici di persone esterne.
  • custodia dei beni in dotazione al plesso (dotazione libraria, sussidi didattici, telefono)
  • delega a presiedere i Consigli di Intersezione/Interclasse in sostituzione del Dirigente Scolastico (scuola dell'infanzia e scuola primaria)
  • sovrintendere e vigilare sulla osservanza da parte dei singoli lavoratori dei loro obblighi di legge, nonché delle disposizioni aziendali in materia di salute e sicurezza sul lavoro e di uso dei mezzi di protezione collettivi e dei dispositivi di protezione individuale messi a loro disposizione e, in caso di persistenza della inosservanza, informare il sottoscritto;

  • verificare affinché soltanto i lavoratori che hanno ricevuto adeguate istruzioni accedano alle zone che li espongono ad un rischio grave e specifico;

  • richiedere l'osservanza delle misure per il controllo delle situazioni di rischio in caso di emergenza e dare istruzioni affinché i lavoratori, in caso di pericolo grave, immediato e inevitabile, abbandonino il posto di lavoro o la zona pericolosa;

  • informare il più presto possibile i lavoratori esposti al rischio di un pericolo grave e immediato circa il rischio stesso e le disposizioni prese o da prendere in materia di protezione;

  • astenersi, salvo eccezioni debitamente motivate, dal richiedere ai lavoratori di riprendere la loro attività in una situazione di lavoro in cui persiste un pericolo grave ed immediato;

  • segnalare tempestivamente al sottoscritto sia le deficienze dei mezzi e delle attrezzature di lavoro e dei dispositivi di protezione individuale, sia ogni altra condizione di pericolo che si verifichi durante il lavoro, delle quali venga a conoscenza sulla base della formazione ricevuta.

 

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.43 del 24/02/2016 agg.07/04/2016